lunedì 27 febbraio 2017

Il segreto delle parole- Idiosincrasia


Buon pomeriggio, Gufetti!

La parola di oggi forse non è comune, ma mi piace molto il suo significato. Si tratta della parola idiosincrasia!

Dal greco idios = proprio + synkrasis = carattere, etimologicamente la parola non ha nessuna sfumatura negativa, come invece accade nella nostra lingua, dal momento che vuol dire avversione, antipatia.

E' interessante notare il passaggio da un significato neutrale a uno che fa prevalere l'avversione, infatti indica che la vera causa di un conflitto va cercata in noi stessi, nel nostro carattere.
Questo è quanto afferma lo chassidismo, che afferma anche che l'uomo per risolvere il conflitto tra gli altri uomini, deve risolvere il suo conflitto interiore, non pretendendo che anche l'altro debba risolvere il suo conflitto interiore, poichè scaricando la responsabilità sull'altro, la propria azione per risolvere se stessi perde risolutezza.

Un'ultima breve riflessione voglio farla prendendo il celeberrimo prologo dell'Iliade:
Cantami, o diva, del Pelide Achille l'ira funesta
che infiniti addusse lutti agli Achei [...]
Omero indica come causa della ripresa della guerra di Troia l'ira di Achille per la morte di Patroclo, rivelando che ogni "guerra" nasce da una rabbia che abbiamo dentro.

Vi è piaciuta questa parola?

sabato 25 febbraio 2017

Wish List- La tigre e l'acrobata


Buona sera, Gufetti!
Quando sono andata in libreria per il firmacopie della Nothomb, sono arrivata con molto anticipo perché non sapevo quanta fila avrei trovato e mentre aspettavo, mi sono messa a leggere le trame di molti libri.Inutile dire che la mia wish list si è magicamente allungata (e di molto!).
Tra i libri che ho aggiunto c'è La tigre e l'acrobata di Susanna Tamaro, scrittrice che da bambina amavo.

Trama:
Piccola Tigre non è una tigre come le altre: è curiosa, fa molte domande, mette in discussione quello che la natura le offre e che i suoi simili semplicemente accettano. Piccola Tigre apre gli occhi e scopre la meraviglia della luce. Tende le orecchie e scopre la vasta gamma dei rumori della Taiga. Quando, molto presto, le si fa chiara la forza che compete a una tigre, inizia a cibarsi di altri animali. Ma con qualche dubbio. Impara a distaccarsi da sua madre, a viaggiare da sola, sino ad avventurarsi fuori dai confini della Taiga, in cui è nata e da cui le altre tigri non usciranno mai.
E, così, grazie a questa sua curiosità, infine, scopre anche l’uomo. L’hanno avvertita che dall’uomo bisogna guardarsi. Ma lei vuole conoscerlo. Con l’uomo, Piccola Tigre scopre l’essere più inquietante e mutevole, da amare e da cui difendersi. E da qui in poi la sua vita non sarà più la stessa.
Susanna Tamaro torna alla narrativa pura con una favola per tutti i lettori, adulti e ragazzi; una favola morale in cui, nel flusso di una grande e avvincente avventura, nella forma di personaggi del regno umano e animale, si raccontano valori universali: la curiosità, il desiderio inestinguibile di sapere, il senso insopprimibile di libertà.
E voi, Gufetti, avete letto questo libro? Cosa ne pensate? Quali libri hanno recentemente stuzzicato la vostra curiosità?

giovedì 23 febbraio 2017

Slice of life #62

Rubrica nella quale racconterò ciò che mi è successo durante la settimana attraverso alcune parole.

Buon pomeriggio Gufetti!

Godimento: può sembrare una parola strana, soprattutto se relativa alla mia esperienza. Dovete sapere che ho deciso di fare un viaggetto a Roma, città che avevo già visitato in passato, ma che desideravo da anni rivisitare alla luce dello studio di storia dell'arte alle superiori. Dunque, armata del mio quaderno delle superiori, ho girato per 6 giorni nella città, visitando tutto ciò che ho smepre desiderato vedere e la visione dal vivo di quelle opere creava in me un vero godimento, mi sentivo appagata e piena. Era una sensazione bellissima.

Gongolante: ieri sono andata alla Hoepli perchè Amelie Nothomb, scrittrice che amo molto, firmava le copie del suo ultimo libro: Riccardin dal ciuffo, di cui vi ho parlato ieri e che ho già finito di leggere. Immaginando che ci sarebbe stata tanta gente, sono andata lì molto presto, anche perchè volevo comprare il libro e iniziarlo a leggere. Forse sono andata lì un po' troppo presto, perchè ero la prima e non sapevo cosa fare quando sarebbe arrivata, infatti ho fatto passare avanti un altro ragazzo. Pensavo che le avrei dovuto parlare in inglese, dal momento che è giapponese-belga, ma lei parlava un mix di italiano e francese e tutti si rivolgevano a lei in italiano, così mi sono adeguata agli altri.
Quando sono uscita ero gongolante, mi sono sentita al settimo cielo, quasi svolazzavo, anche se non so spiegarmi il perchè.

A parte il fatto che le parole di oggi iniziano tutte per 'g', cosa mi raccontate, Gufetti? (un'altra 'g' XD)

mercoledì 22 febbraio 2017

WWW Wednesday #66


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?

Oggi ho comprato Riccardin dal ciuffo, ultimo libro di Amelie Nothomb, scrittrice che adoro, infatti mi sono fatta anche autografare il libro **









Cosa ho appena finito di leggere?

Ho terminato la letture de La Mennulara di Simonetta Agnello Hornby, un libro che mi è piaciuto molto, ma che non riesco a recensire ><










Cosa leggerò?
Sei casi al Bar Lume di Marco Malvaldi, regalo di Natale da parte di un amico.












E voi, Gufetti? Quali sono le vostre letture recenti? Quali i progetti?


giovedì 16 febbraio 2017

Slice of life #61

Rubrica a cadenza settimanale nella quale parlerò di ciò che mi è successo durante la settimana attraverso alcune parole.

Buongiorno Gufetti del Bosco Libroso!
Vi scrivo da Roma, da dove spero di riuscire a pubblicare correttamente il post.

Senza pensieri: Finalmente ho finito gli esami e ho 3 settimane (ormai quasi 2) di riposo assoluto. Penso sia la prima volta dalle elementari che posso dire di essere al 100% senza pensieri inerenti allo studio/scuola ed è bellissimo. Non che fino ad ora nella mia vita non sia stata spensierata, perchè lo sono stata, però poi veniva il momento in cui dovevo pensare allo studio, anche perchè io tendo sempre a portarmi avanti, mentre ora devo iniziare nuove materie, che non ho mai fatto in vita mia, quindi non devo nè ripassare nè portarmi avanti.

Riempire: Mentre studiavo per gli esami, scrivevo liste di cose da fare dopo la fine degli esami. La lista di cose da fare era lunga e infatti mi sono chiesta se non ci sia una sorta di esigenza di riempire gli spazi che si prospettano "vuoti". Infatti mi è già capitato di arrivare al momento in cui posso mettere in pratica ciò che scrivo nelle mie liste, ma non le faccio tutte, magari spreco il mio tempo in modo più banale, anche se vorrei fare tantissimo ciò che ho scritto.
Comunque per quanto riguarda la lista di questo post-esami la sto rispettando abbastanza, anche se mi lascio i soliti momenti di cazzeggio, che ritengo sempre uno spreco di tempo.

Avete voglia di condividere un ritaglio della vostra settimana con me, Gufetti?

mercoledì 15 febbraio 2017

WWW Wednesday #65


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
Ieri ho iniziato a leggere La Mennulara di Simonetta Agnello Hornby per il gruppo di lettura della biblioteca della mia città :)










Cosa ho appena finito di leggere?

Persepolis di Marjane Satrapi, un fumetto di cui ho già pubblicato la recensione qui.











Cosa leggerò?

Sei casi al Bar Lume di Marco Mavaldi, regalo di Natale da parte di un amico ^^











E voi, Gufetti? Cosa state leggendo?

martedì 14 febbraio 2017

Teaser Tuesday #51


Per partecipare basta seguire queste regole:
-Aprite su una pagina a caso il libro che state leggendo
-Trascrivete un pezzo di quella pagina

"Tu, figlia mia dolce, sei brava e saggia, ricordati che nessuno dei miei figli e dei miei nipoti deve dimenticare che questa mala parente di tua madre fu serva e puttana dell'avvocato Alfallipe".
-La Mennulara, Simonetta Agnello Hornby, p. 47