sabato 8 marzo 2014

Booktrack #1

Buongiorno a tutti e buona festa della donna!
Avete ricevuto tanti auguri e tante mimose?
In casa mia a regalarci fiori ci ha pensato mio papà ;)
Ma a parte questo, sono qui per presentarvi una nuova rubrica, nata dalla collaborazione con Ika del Dreaming Wonderland, che ho conosciuto grazie all'iniziativa Sotto l'albero di Natale.
E' la mia prima collaborazione e sono molto felice ^^

Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Dreaming Wonderland e Libri per vivere. Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi.

Questo mese la canzone l'ha scelta Ika ed è Mon Essentiel di Emmanuel Moire.



Qesta canzone a Ika ricorda...

Image and video hosting by TinyPic
 
Che libro mi ricorda questa canzone? Appena ci ho pensato, mi è balenata in mente la saga di Twilight. Poi ho dovuto scegliere e decidere quale libro.
Riflettendoci più a lungo, direi che il romanzo che più si avvicina è proprio Twilight, il primo. Soprattutto l'ultima parte.
Sarà scontato, ma mi ha fatto tanto pensare al punto di vista di Edward (per cui, se fosse uscito, avrei sicuramente detto Midnight Sun). Edward ha dovuto lottare con sè stesso per trovare la forza di stare con Bella. Ma l'ha fatto, perchè è l'unica con cui lui vuole stare, l'unica capace di farlo vivere di nuovo.
Pur essendoci tante difficoltà da superare, è convinto del suo amore per lei, ed è tutto il suo mondo, tutta la sua vita.
 
Questa canzone a me ricorda...


Ho pensato a lungo a quale libro associare a questa canzone e, dopo una lunga indecisione, ho scelto La ragazza dello Sputnik di Haruki Murakami.
La protagonista Sumire è una giovane donna con la passione per la scrittura che si innamora di un'altra donna, molto più anziana di lei.
Myu, pur essendo innamorata anche lei di Sumire, non vuole ricambiare il suo amore a causa di una triste storia familiare. Eppure Sumire insiste, vuole realizzare il suo desiderio perchè ha capito che ormai quella donna le è essenziale.
Ma le parole di questa canzone si addicono anche al narratore della storia, un amico intimo di Sumire, innamorato di lei, che la conosce quasi come se stesso e che vorrebbe che il suo amore fosse ricambiato.
Entrambe sono storie d'amore molto intense, che passano attraverso molte difficoltà, ma i protagonisti sono pronti a far di tutto pur di riuscire e non continuare a vagare come i resti dello Sputnik.

E ora la traduzione, con le parti sottolineate che mi hanno fatto pensare proprio a questo libro:

Conosco il tuo amore

conosco la sensazione di avere l'acqua sul mio corpo

sentire il suo collo giorno dopo giorno

ho superato il mio dolore per potermi avvicinare

ho il tuo desiderio legato alle mie mani

ho il tuo desiderio legato alle mie caviglie

vieni, niente di noi ? inutile

tutto dipende da noi

faccio di te una cosa per me essenziale

mi fai nascere tra gli uomini

faccio di te una cosa per me essenziale

quella che amerò più di tutti

se vuoi che si sappia

se vuoi che si sappia

conosci il mio amore

conosci le parole che stanno dietro ai miei silenzi

quelli che confessano, nascondono e scoprono

ti offro qualcosa in cui credere

per scongiurare l'assenza

il mio futuro è tracciato sulla tua mano

il mio futuro è scritto secondo i tuoi desideri

tieni, niente ci porterà più lontano

che un gesto che si ripete

faccio di te una cosa per me essenziale

mi fai nascere tra gli uomini

faccio di te una cosa per me essenziale

quella che amerò più di tutti

se vuoi che si sappia

se vuoi che si sappia

se vuoi che si sappia

farò di te una cosa per me essenziale

la mia parte essenziale

se vuoi che si sappia

che ci si appartenga.
 
 
 
 

 

Questo è tutto, ci vediamo il prossimo mese, fateci sapere cosa ne pensate :)
Qui potete trovare il post di Ika ;)

3 commenti:

  1. Mi piace tanto questa collaborazione! :D

    RispondiElimina
  2. Che carina questa rubrica! ^^ "La ragazza dello Sputnik " voglio proprio leggerlo :)

    RispondiElimina

Grazie per il commento!
Preferieri che tu non restassi anonimo, ma che ti firmassi con un nome qualunque, così saprò a chi rivolgermi quando risponderò :)