martedì 5 novembre 2013

Recensione: Fairy Oak- Il potere della Luce


Titolo: Fairy Oak-Il potere della Luce
Autrice: Elisabetta Gnone
Casa editrice:DeAgostini
Anno di pubblicazione: 2007
Lingua originale: Italiano
Riconoscimenti: //
Data di lettura: giugno 2008
Trama: Pervinca è stata rapita o è caduta in una trappola? Nessuno è mai tornato da un rapimento del Terribile 21 e a Fairy Oak si pensa che Pervinca sia una spia. Pochi sono coloro che le credono e così Vì scappa. Per molti questa diventa la prova della sua colpevolezza. Ma Vaniglia non si lascia ingannare e crede ciecamente nella bontà della gemella. E alla fine la Luce mostrerà il suo grande potere.
Recensione: A Fairy Oak il clima si fa più pesante, si pensa che Pervinca abbia tradito il villaggio in cambio di un posto di risalto nell'impero del Buio che il Terribile 21 creerà.
La diffidenza degli abitanti rende ogni giorno più difficile la vita delle gemelle a Fairy Oak; a Babù non importa ciò che dice la gente, lei è convinta dell'innocenza della sorella, Pervinca invece soffre. Alla fine non ce la fa più e scappa: la prova schiacciante della sua colpevolezza, dicono. Qui la scrittrice mette molto bene in luce il potere e il peso che i pregiudizi o i giudizi affrettati possono avere in una piccolà realtà. L'emarginazione.
Pregiudizi anche nei confronti dello straniero che giunge a Fairy Oak: è sicuramente un nemico. E solo i più saggi riusciranno a capire come stanno davvero le cose, in questo clima di mistero e paura.
Poi c'è la fiducia. Il tema era giá stato preannunciato nel secondo volume da Capitan Talbooth "Un'àncora ti tiene legato alla terra, ma la fiducia... La fiducia ti fa volare dove vuoi". Vaniglia si fida della sorella, la conosce, non può essere una traditrice. Comincia così un percorso che la porterà a comprendere fino in fondo la sorella.
Il loro rapporto è un cerchio che nessuno potrà mai spezzare. L'apparenza inganna.
Questo libro è tutto un gioco di inganni ed illusioni, non si sa mai qual'è la verità. Forse solo Vaniglia la conosce, o meglio, è quella più determinata a perseguirla, poichè c'è in gioco lei stessa.
In questo volume gioca un ruolo importante anche Shirley, colei che detiene sia il potere della Luce sia il potere del Buio.

Il Nemico sferra l'attacco e ancora una volta il villaggio combatte unito, una delle cose più belle di questo villaggio è proprio l'unione, l'unione di persone legate da rapporti di amicizia, affetto, stima, l'unione che fa la forza. Nel vero senso della parola.

Questo volume affronta anche il tema della morte: due personaggi ci lasciano, ma il libro ci insegna che in realtà finchè è vivo il ricordo la persona ci sarà sempre e la si potrà ritrovare in altre persone.
Con questo libro si conclude il lungo racconto che Felì ha scritto nel suo diario.
L'intera trilogia parla di temi magari difficili per i bambini, ma che vengono spiegati egregiamente in una storia come questa.
Conclusione fantastica per un libro fantastico (anche se poi la storia continua con i 4 misteri) **
Citazione:
Voto

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento!
Preferieri che tu non restassi anonimo, ma che ti firmassi con un nome qualunque, così saprò a chi rivolgermi quando risponderò :)